Dipartimento Ingegneria Civile

Documentazione interna sull'utilizzo dei servizi in rete

Istruzioni per l'uso della modulistica on-line

Il presente documento intende spiegare l'utilizzo dei programmi per l’invio semplificato di richieste di autorizzazione, a missioni, uscite, straordinario e relative comunicazioni.

Il documento è indirizzato al personale del DIC.

 

Utilizzo dei moduli

Per l'utilizzo dei moduli è consigliabile partire dalla pagina iniziale https://dipolo.dicea.unifi.it/cgi-bin/ingresso.cgi

Questa pagina, oltre ai link alle pagine specifiche dei singoli moduli, permette di configurare i vari programmi per il propri schermo, potendo configurare sfondo, colore del testo e dimensione dei caratteri, nonché l’utente di default.

Tali configurazioni sono salvate nella area utente macchina per macchina, in questo modo se l’utente utilizza più macchine, si ritroverà la configurazione ottimale per ciascuna macchina.
Per fissare le proprie preferenze, una volta selezionate, è sufficiente premere "
Salva preferenze".

Come conferma all'operazione si riavrà una schermata con i parametri aggiornati.

https piuttosto che http

Si osservi che l'URL suggerita utilizza il protocollo https piuttosto che l’http.

La differenza tra i due è che il protocollo https trasmette tutte le informazioni in forma criptata, per cui la password personale non viaggia mai in chiaro.

Durante la procedura di handshake appariranno alcune finestre di warning, che diranno che il certificato fornito non è conosciuto oppure è scaduto: se vi fidate del vostro amministratore di rete ignorate tali messaggi.

Uso dei moduli

Per utilizzare i moduli occorre o richiamarli direttamente, ovvero per tramite della pagina iniziale, ovvero utilizzando "moduli personalizzati" .

Occorre completarli secondo le istruzioni fornite dai responsabili dei vari trattamenti, in generale occorre completare i vari campi.
Nei campi in cui occorre inserire una data questa sarà del tipo GG-MM-AAAA , nel caso di ore HHMM

Occorre inoltre inserire la password, che è la stessa utilizzata per la posta elettronica.

Una volta completati i campi occorre cliccare sul tasto "Conferma invio"

Qualora vi siano dei campi incompleti verrà ridisegnato il form di input con elencati in alto i campi incompleti, è possibile, qualora il form sia particolarmente grande, saltare direttamente all’errore cliccando sul messaggio di errore.

Qualora invece il modulo sia stato accettato apparirà un messaggio che comunica che il messaggio è stato inviato elencando i destinatari che lo hanno ricevuto. Tra questi è sempre presente il mittente, che riceverà via e-mail una copia identica a quella consegnata (L’eventuale status del messaggio potrà essere richiesto all’amministratore di rete citando il message id di tale messaggio)

Deleghe

Il sistema consente di inviare richieste per conto di altri utenti.

Per fare questo occorre indicare nella casella "per conto di" il login-name (NON il Nome che non necessariamente è univoco) e compilare normalmente il modulo

Tale operazione è tuttavia realizzabile solo se si ha la delega per quel tipo di operazione.

La delega deve essere fornita dal delegante con la creazione di un file nella propria home directory su dipolo ( /home/<username> ) di nome .delega (il file è nascosto)

Tale file ha il formato del tipo

<richiesta1>,<delegato11>[,<delegato12>][….]

[<richiesta2>,<delegato11>[,<delegato12>][….]]

[….]

dove richiesta1 ... sono i basename dei moduli (ad esempio permessi ) mentre delegatoxx sono gli username delle persone che sono autorizzate a inviare tale tipo di richiesta (possono essere inseriti quanti nomi è necessario, su un unico rigo separati da virgole)

Uso di moduli "personalizzati"

È possibile "personalizzare" un modulo, per fare ciò è sufficiente salvare su una propria directory l'output del programma ( salva come ... sul browser), modificarlo a scelta, in particolare occorre nel tag FORM aggiungere ACTION="https://dipolo.dicea.unifi.it/cgi-bin/basename.cgi" e quindi utilizzarlo cliccadoci sopra, il controllo sarà COMUNQUE fatto dal server. In caso di errori apparirà comunque il modulo standard per la integrazione.

Precauzioni

Il controllo sul contenuto dei moduli è puramente formale, non viene fatto alcun controllo sulla congruietà e legittimità dei dati.

Quando viene fornita la lista dei destinatari il programma non verifica se tali destinatari hanno forward attivi